Dal 15 al 16 luglio, presso il Parco Grotte di Putignano si terrà il primo festival musicale con “esperienze” in realtà aumentata di cui Tribes è main partner. 

Il Parco grotte di Putignano e la rigogliosa vegetazione che lo contraddistingue, sarà per lo Sparks Festival il contenitore ideale per ospitare una delle prime mostre “en plein air” di realtà aumentata, con al suo interno numerosi artisti ed opere di spessore. 

Nelle due giornate dedicate al Festival, si accosteranno varie esibizioni Live di DJ e musica elettronica, in uno scenario altamente suggestivo.

Sarà proprio all’interno di esse che Tribes, grazie a un’app scaricabile gratuitamente con un QR CODE, permetterà a centinaia di utenti la visione gratuita delle installazioni visive in un ambiente dalle magiche atmosfere.

Una serie di esagoni virtuali delimiteranno un perimetro di 300 mq, al cui interno, lo storico Store di Castellana Grotte, collocherà una serie di contenuti “speciali”, visibili soltanto grazie all’utilizzo di uno smartphone.

Per i più curiosi, sarà messa a disposizione una “Mistery Box”, il cui contenuto,quasi come in una caccia al tesoro, darà accesso a una serie di imperdibili vantaggi. 

Ad occuparsi della realizzazione delle esperienze in realtà aumentata, sarà Fantech, una Smart Company, Made in Puglia, la cui filosofia è quella di creare, ispirare e sviluppare nuove opportunità,attraverso la semplificazione, delle nuove frontiere tecnologiche. 

L’evento, si arricchisce di ulteriori contenuti anche grazie a “Bottega”, collettivo italiano di crypto-artisti che esporrà le sue opere in NFT,rendendole fruibili ai partecipanti all’evento.

In quest’ultimo anno, spesso, si è sentito parlare di metaverso e realtà aumentata. 

Così come, da ciò,in parte ne derivano scetticismo per alcuni ed entusiasmo per altri. 

In realtà, queste nuove tecnologie, attirano l’attenzione di aziende e investitori e moltiplica le opportunità di sperimentazione attraverso attività e strategie di marketing differenti rispetto ai modelli di commercio tradizionali. 

Ma è necessario un approccio aperto all’innovazione, lo stesso che anche in questa occasione,

Tribes Retail Revolution, ha dimostrato proponendo per la prima volta, al suo pubblico, scenari futuristici, da coniugare al PRESENTE.

Commenti (10)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.